Troppo forte il Gherdenia per il Real (Pagina)

Real Torino Vs Gherdenia (1)

Niente da fare per i ragazzi di Mr. Zurek. Nell’undicesima giornata del campionato A2 di hockey, il Real Torino si arrende per 3-6 alla capolista Gherdenia scivolando così al sesto posto della classifica.
La squadra torinese è stata costretta ad affrontare i temibili altoatesini priva del terzino Lubos Sekula, fuori per un infortunio, e con un Frank De Frenza strapazzato dall’impegnativo match di sabato ad Asiago, giocato con la maglia della Valpe in A1. Per contro, la formazione ospite era praticamente al completo e ben determinata a portare a casa i tre punti utili a rimanere in vetta al torneo.
Nel primo periodo un buon Real Torino costringe il Gherdenia a una doppia inferiorità, purtroppo non sfruttata a dovere. Il gioco veloce e con continui ribaltamenti di fronte fa chiudere il tempo sul risultato di 0-0.
Nei successivi venti minuti la musica cambia e gli altoatesini prendono in mano le redini del match: è Wallenberg a segnare in powerplay il primo goal dell’incontro. Il Real soffre il gioco duro del Gherdenia e subisce al minuto 24’ anche la rete dello 0-2 siglata da Turo Virta.
La reazione dei ragazzi di Zurek non si fa però attendere per molto. Al 26’ capitan Striker lascia partire un poderoso tiro dalla destra e insacca il puck del 2-1 alle spalle dell’estremo difensore ospite.

Real Torino Vs Gherdenia (10)

Il Real sembra a questo punto in grado di lottare ad armi pari, ma l’illusione di una rimonta si spegne già al 38’, quando un errore in difesa regala al canadese Bourassa la possibilità di appoggiare comodamente il disco al compagno Shaafsma, che a tu per tu con Platè non sbaglia: 1-3.
Sotto nuovamente di due gol, il Real torna prepotentemente in avanti, ma le mischie sottoporta non gli portano fortuna. La pressione imposta dai torinesi costringe il Gherdenia a commettere alcune irregolarità, di cui fa le spese soprattutto l’attaccante Sinkovic, colpito al volto in una concitata azione d’attacco terminata con un gol fantasma non convalidato al Real. Gli animi dei giocatori si surriscaldano ancora e De Frenza ne approfitta deviando in rete un bel passaggio di Tremolaterra. È il 2-3 che sembra di nuovo riaprire i giochi, prima che un’altra fatale ingenuità difensiva faccia perdere al Real un disco troppo invitante per non finire tra le mazze dei rapaci attaccanti altoatesini: è di Watson il quarto gol.
Nell’ultimo tempo il miglior tasso tecnico del Gherdenia si fa sentire. Al 46’, dopo una spettacolare veronica, Kostner sorprende Platè per la quinta volta.
Apprezzabile anche in questo caso la volenterosa reazione del Real Torino, che nonostante il pesante parziale trova la forza per rispondere con una rete segnata da Coco.
Nel finale di gara la stanchezza non consente più ai padroni di casa di essere veramente incisivi, e anzi la foga di rimontare li costringe a sbilanciarsi in avanti subendo il sigillo del definitivo 3-6 per il Gherdenia.
Nonostante la sconfitta, i torinesi hanno comunque lasciato il Tazzoli senza troppi rimpianti. Gli applausi dei cinquecento spettatori hanno voluto sottolineare infatti la grande tenacia mostrata dal Real per quasi tutta la gara. Una squadra che non ha per nulla sfigurato di fronte a un avversario meglio organizzato, che gioca un hockey duro, a tratti anche oltre i limiti della regolarità e che quest’anno punta a conquistare agevolmente la promozione nella massima serie.
.
Pagina, 08/11/2010

Real Torino Vs Gherdenia (11)

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Sport e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.