Emergenza zero

Alle 23 salto giù dalla sedia. Il camion dell’Asia passa a prendere dei cassonetti mezzi vuoti in una piazzetta di zona Mater Dei. Tutto tranquillo. A Napoli di spazzatura non ce n’è. O almeno così mi è sembrato dopo un primo giro in città. Una sensazione da prendere con il beneficio del dubbio però, visto che ho girato solo nei quartieri Vomero, Camaldoli e Arenella. Quartieri “alti” insomma. Il problema, se ancora c’è, è in periferia ma per ora mi piace pensare che la cura torinese del dottor Rossi inizi a funzionare. Vedremo.
Che altro dire? Sto raccogliendo materiale per un articolo che spero di riuscire a pubblicare la prissima settimana. In giornata farò un giro in provincia, a Giugliano, dove dovrei incontrare il titolare di una azienda di smaltimento rifiuti che potrebbe avere qualcosa di interessante da raccontarmi.
Fa molto caldo, ma qui mi parlano di altre notti infuocate. Quelle dei roghi e dell’odore acre che si alzava quasi contemporaneamente da diverse zone della città. Forse è tutto passato. A Napoli si respira un bel profumo di mare.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Blogdiario e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.