Ponte Amedeo IX, cento anni dopo (Pagina)

«Ogni volta che vengo qui mi guardo intorno e misuro con la memoria quanto qui ci sia la rappresentazione della trasformazione di Torino». È un Piero Fassino orgoglioso dell’evoluzione urbanistica delle ex aree industriali portata avanti dalla precedente amministrazione di centrosinistra, quello che ha inaugurato nella zona di Spina 3 un nuovo ponte sulla Dora.
 Costruito per permettere il passaggio dei veicoli tra via Orvieto e via Livorno, a cavallo tra le circoscrizioni 4 e 5, il nuovo ponte è caratterizzato da una imponente struttura in acciaio Corten che con il suo color ruggine, richiamo voluto per sottolineare i trascorsi industriali del luogo, gli dona un particolare stile retrò.
 Un anno e mezzo di lavori, sei milioni e trecentomila euro di spesa per un’opera che, secondo Fassino, «consente di migliorare la qualità della vita di questo territorio».
Prima del taglio del nastro, ammirando dal basso i 30 metri delle antenne asimmetriche a forma di V posizionate sulle banchine centrali delle sei carreggiate (ci sono anche due corsie destinate al trasporto pubblico e alle emergenze), il neo sindaco ha voluto sottolineare il notevole impegno mostrato dall’impresa costruttrice. Alla ditta Castaldo di Napoli sono quindi andati anche i ringraziamenti dell’assessore ai trasporti, Claudio Lubatti, per essere riuscita a superare le difficoltà sorte nel passaggio tra la progettazione e la realizzazione della struttura.
 Il nuovo ponte sulla Dora andrà a sostituire il ponte Amedeo IX, dal quale dista soltanto sette metri e del quale erediterà il nome.
 Varato nel 1912 con l’avvento dell’industrializzazione, il vecchio ponte è divenuto ormai inadeguato a sopportare i flussi di traffico ed il pericolo di eventuali piene della Dora. Grazie al particolare interesse storico-artistico (fu costruito in cemento armato ad un’unica campata ad arco ribassato, sul modello del ponte del Risorgimento di Roma), verrà comunque restaurato ed integrato come transito ciclo-pedonale nel nuovo Parco Dora.
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Torino e Piemonte e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.