Per noi, che nonostante tutto ci sentiamo “poeti”…

“Mi piaceva pensare che i problemi dell’umanità potessero essere risolti un giorno da una congiura di poeti: un piccolo gruppo si prepara a prendere le sorti del mondo perché solo dei poeti ormai, solo della gente che lascia il cuore volare, che lascia libera la propria fantasia senza la pesantezza del quotidiano, è capace di pensare diversamente. Ed è questo di cui avremmo bisogno oggi: pensare diversamente”.

Tiziano Terzani

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Sprazzi & pensieri e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.