Turchia: uccello migratore mette in allarme l’anti-terrorismo (Ecoinchiesta)

Turchia. uccello migratore mette in allarme l'anti-terrorismo

La presenza di un uccello migratore ha seminato il panico in un villaggio del sud-est della Turchia, richiedendo addirittura l’intervento delle squadre anti-terrorismo. A riferire l’incredibile episodio, che potrebbe essere la trama per un film comico, è stata la  tv inglese BBC. Complice il fatto che tra Turchia e Israele non corra buon sangue, gli abitanti di un paesino turco nei pressi di Gaziantep hanno scambiato un comune esemplare di gruccione per una… spia israeliana volante. I sospetti sono nati quando l’uccello è stato trovato morto in un campo con intorno alla zampa uno strano anello di metallo su cui spiccava la  scritta “Israele”. Immediatamente è stata chiamata la polizia locale la quale, dopo aver notato che il becco del povero volatile era insolitamente pronunciato, ha azzardato l’ipotesi che il subdolo gruccione avesse trasportato fin lì un microchip per conto dei servizi segreti israeliani. Ma dopo un attento esame compiuto da alcuni veterinari, la teoria cospirativa è stata velocemente smontata: si trattava semplicemente di un comune inanellamento per permettere lo studio degli uccelli migratori. Un funzionario del ministero dell’Agricoltura turco ha raccontanto che c’è voluto un certo sforzo per convincere la polizia locale che il piccolo gruccione non rappresentava una minaccia alla sicurezza nazionale.

 – Ecoinchiesta, 19/05/2012

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Ambiente, Esteri e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.