In ricordo di Rostagno e Berlinguer (Pagina)

berlinguer-venturiLa commissione Toponomastica del Comune di Torino, presieduta da Giovanni Maria Ferraris, ha deciso: il Parco Dora, lo spazio urbano sorto dalla riqualificazione di vecchie aree industriali, sarà intitolato ad Enrico Berlinguer e Lionello Venturi. Al segretario del PCI, morto nel 1984, verrà intitolata la porzione a nord della Dora, mentre al docente universitario – tra i dodici che rifiutarono di giurare fedeltà al regime fascista – sarà dedicata la parte a sud del fiume.
L’intitolazione è stata ratificata ieri grazie ai voti favorevoli di Partito Democratico, Moderati, Sinistra Ecologia e Libertà, Italia dei Valori e Movimento 5 Stelle. Contrarie le forze politiche di centrodestra, Popolo della Libertà e Lega Nord, che per protesta hanno abbandonato la seduta al momento del voto.

La commissione ha anche stabilito di intitolare a Mauro Rostagno, giornalista e sociologo torinese assassinato dalla mafia nel 1988, un’area di zona Pozzo Strada situata tra via Vandalino e via Chanoux. Una dedica arrivata dopo le polemiche che avevano bloccato, a marzo 2012, l’intitolazione a Rostagno del ponte di via Livorno. Decisiva, in quel caso, era stata l’astensione in commissione di PD e IdV a causa dei dubbi nutriti da qualche esponente politico di centrosinistra sulla figura del giornalista. Non hanno mai avuto alcuna incertezza invece gli attivisti di Acmos e di Libera che negli ultimi due anni, nel giorno dell’anniversario della morte di Rostagno, hanno anticipato le istituzioni intitolando autonomamente il ponte al giornalista.
Ieri, dopo una lunga attesa cullata dai tempi lunghi della burocrazia, è arrivato l’annuncio ufficiale: anche la figura di Mauro Rostagno riceverà finalmente il meritato tributo da parte della sua città natale.

 – Pagina, 16/10/2013

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Torino e Piemonte e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.